Così gli operai vogliono finalmente le mani libere

ottobre 9, 2007 alle 2:23 PM | Pubblicato su L'Editoriale | 1 commento
Tag: , , , ,

Chissà quanti sindacalisti hanno letto, in queste ore decisive per il voto sul welfare nelle fabbriche, il sondaggio Ispo, pubblicato ieri sul Corriere della Sera, sul tema «Che cosa e come vedono il lavoro gli operai». Il dato più sorprendente della ricerca è quello relativo alla metà dei nostri Cipputi che dicono chiaramente di preferire «un sistema in cui ciascuno può fare gli straordinari che vuole guadagnando così di più». Questa volta sono gli operai in carne e ossa, e non i soliti professori bocconiani del pensiero ultraliberale, che vogliono le mani libere. Chiedono cioè di non restare intrappolati in quella giungla di 900 contratti erga omnes che imbrigliano il mercato del lavoro, e impediscono l’esercizio di una flessibilità che potrebbe tradursi rapidamente in aumenti salariali.
Sono loro, gli operai, che chiedono uno scatto in avanti nelle relazioni industriali: la sicurezza del posto di lavoro, è il loro ragionamento, non deve escludere la possibilità di premiare il merito. La novità contenuta nei dati del sondaggio spinge il professore Renato Mannheimer a parlare di «operai sarkoziani», favorevoli cioè alla parola d’ordine del nuovo leader francese «lavorare di più, guadagnare di più». Ancora una volta la nostra classe operaia dimostra una maturità e un’evoluzione culturale che invece non si rintracciano nei gruppi dirigenti di chi dovrebbe rappresentarla, il sindacato. Quel sindacato che si ostina a difendere, in tutte le sedi e con tutte le armi a disposizione, il tabù dei contratti centralizzati che definiscono ogni dettaglio del rapporto di lavoro. Quel sindacato che, con questa rigidità, difende più il lavoro della sua nomenclatura (specializzata appunto nel negoziato salariale) che non gli interessi dei lavoratori. Per loro, ormai le mani libere, anche a costo di rinunciare a qualche garanzia, sono una necessità. Innanzitutto per alzare il livello, oggi insostenibile, dei salari.

1 commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Benvenuto nella blogosfera direttore


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: